Business Integration al vaglio i requisiti della 2.0

martedì 10 aprile 2007

In un mondo IT sempre più indirizzato al Service-Oriented Architecture (SOA [pronunciato "sō-uh" o "es-ō-ā"]) e al modello Service Component Application (SCA, OSOA) basato su componenti e su interfacce orientate ai servizi per la fruizione dei metodi di business, sono di fondamentale importanza le scelte fatte in questi giorni per la stesura della jsr 312 in merito alle nuova versione della Java Business Integration (JBI 2.0).
JBI definisce un architettura per standardizzare le problematiche dell'EAI (Enterprise Application Integration) e la sua infrastruttura più in voga Enterprise Service Bus (ESB); l'idea di base è di poter definire dei container di servizi che consentano la System Integration e di garantire una reale interoperabilità tra prodotti differenti (Composite Application). JBI di fatto rappresenta un'architettura comune per l'interoperabilità SOA, è ovvio quindi il ruolo cruciale che svolge nelle scelte implementative nel mondo Java.
Le propste per le modifiche riguardano principalmente queste aree:

  • l'amministrazione dei sitemi clusteing/distribuiti
  • un migliore uso dell'approccio SOA-based per la creazione, gestione e il deploy di Composite Applications
  • supporto a WS-Policy
  • supporto al Web2.0
  • allineamento con le JEE (introduzione delle transazioni)
  • allineamento con le specifiche SCA (www.osoa.org)
  • compatibilità con OSGi senza l'implementazione di questa piattaforma
  • migliorie emerse dalla sperimentazione della precedente versione (ciclo vita dei componenti, gestione degli errori, profili d'interoperabilità, utility WSDL per il deploy dei componenti non Web-Services, utilizzo dei NIO HTTP socket
Altro aspetto dibbattuto è l'opzionalità o meno del pacchetto JBI nelle distribuzioni SE e EE.

Il comitato, costituito dai più grandi vendor del settore e organizzazioni open source, è riunito per la raccolta delle spcifiche e la votazione per definire quali debbano far parte della release.
Il Review Ballot della jsr 312 è passato ai voti con questo risultato; tra i membri a non esser del tutto contenti delle nuove specifiche sono IBM e BEA System, che invece spingevano ad un approccio più vicino alle loro implementazioni SOA e SCA, entusiata invece i portatori del progetto open-esb.




On 2007-04-09 IBM voted No with the following comment:

IBM believes that SCA is the best technical approach for standardizing the component architecture for composite applications in SOA, and that SOA is the best technical approach to enable the composition of our customers' heterogeneous systems built from different languages and multiple containers, and that utilize multiple access technologies.

This JSR indicates SCA is just one of many ways of doing composite applications with JBI v2. Having these multiple options will continue to confuse our customers and the general marketplace.

IBM believes that other objectives contained in the proposed JSR run contrary to the SOA fundamental goals of enabling composition across heterogeneous systems, by seeking to bind language-neutral concerns - such as component coordination across distributed systems - too tightly to a Java-centric model, and by restricting choice in SOA infrastructure configuration.

These concerns, coupled with the belief that the intended changes to JBI would further encroach upon technical aspects which are already adequately specified in the EE environment, leads us to conclude that we cannot support the formation of the JSR.



On 2007-04-09 BEA Systems voted No with the following comment:

BEA remains unconvinced of the value of a Java-only solution for SOA. While JBI 1.0 targetted the integration of middleware components it was marketed as a application-level solution causing our customers to be very confused. Now that we have a real application level solution on the horizon with SCA, a new JBI can only be viewed as a competitive alternative, especially after reading the list of objectives.

BEA believes that the Java community will be better served with a multi-platform, multi-language SOA standard like SCA than anything that can be developed solely fo Java so would prefer that a new JBI expert group NOT be formed.



Pubblicato da Fabio inamoR il 4/10/2007 07:14:00 PM  

0 commenti:

Posta un commento